Il Peggio

Tragicommedia sulla paura nelle relazioni

Con Bianca Balconi, Lorenzo di Donato e Giulietta Rattegni

Scritto e diretto da Alberto Corba

Lui incontra lei, si piacciono, scoprono interessi in comune: dopo un delicato corteggiamento si baciano, poi la passione e poi …  Il Peggio.

Lei è una donna ferita, incapace di prendere una unica direzione, è letteralmente spaccata in due personaggi, ciascuno con un suo volto e una sua voce: perennemente divisa tra desiderio e paura, tra manipolazione ed amore. Lui affronta la relazione con tenacia e dolcezza, avviandosi tuttavia sul sentiero che attraverso l’empatia lo porta alla passività, alla remissione e al ruolo di vittima consapevole. La paura rende entrambi troppo prudenti, paranoici, li guida in un crepuscolo maniacale di errori e lotte di potere, un vortice di emozioni, sensuale, comico, surreale e travolgente, in cui non c’è limite al peggio: sino al conclusivo ed immancabile… lieto fine?

Il Peggio è una commedia fresca e originale che nasce da una estesa ricerca sulle dinamiche del fallimento delle relazioni. Parla di amore e degli effetti della Paura nella coppia: un tema attuale affrontato senza retorica, con il sorriso che si riserva alle cose serie.

Il Peggio ammicca a Pinter, ma attinge a piene mani a Bunuel per dipingere con ironia e disincanto i tabù della vita in coppia, in cui l’amore coesiste con la crudeltà, creando il più grande ed inconciliabile dei paradossi.

Il Peggio 2019 – trailer

La frattura emotiva diventa spaziale nell’allestimento, con la divisione del personaggio femminile in due entità distinte: questo è l’elemento assurdo del testo, e la regia lo codifica come normale lasciando lo spettatore libero di cogliere la vera assurdità, e cioè il grottesco effetto della paura sull’amore.

Una produzione Teatro dei Lupi

HAI VISTO LO SPETTACOLO? LASCIA UN COMMENTO QUI SOTTO!

2 risposte

  1. Male ha detto:

    Si stava meglio quando si stava a Il Peggio.

  2. Filippo Massaro ha detto:

    “Il peggio” è uno splendido spettacolo con tre attori bravissimi, che attraverso momenti paradossali (comici e amarissimi insieme), mostra il decadimento di una relazione fino alla sua forma peggiore, dove le debolezze di ogni parte della coppia diventano il collante di un sentimento magari anche reale, ma distruttivo. Nella situazione estrema rappresentata è impossibile qualunque evoluzione, perché nessuna delle due parti è davvero disposta a mettersi in gioco. Sebbene entrambi sentano una sincera attrazione e un profondo desiderio d’amore, la parte femminile non è in grado di riconoscere le paranoie entro il quale si muove, e la parte maschile pur di stare dentro a una situazione romantica non riesce a sottarsi a dinamiche di controllo, in una passività desolante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *